“Smontiamo..” #2: Chilly detergente intimo delicato

Ciao a tutti, oggi un altro post per la rubrica “Smontiamo..” cioè l’analisi della composizione di un prodotto che molto probabilmente quasi tutti abbiamo in casa perchè ultra pubblicizzato e di una marca famosa. Oggi ho preso in considerazione Chilly, più precisamente il detergente intimo “delicato”, parola che mi ha incuriosito: se il detergente è delicato, non è possibile che gli ingredienti siano dannosi.. e invece no, perchè sembra quasi che questo detergente sia carta vetrata dati gli ingredienti che ci sono dentro! Bando alle ciance, analizziamo per bene.

8872_DelBChilly – Delicato – Detergente intimo
Con estratto di aloe e hamamelis
Formula lenitiva clinicamente testato PH 5
Chilly delicato formula lenitiva è il nuovo detergente intimo ipoallergenico * arricchito di ingredienti naturali (Aloe e Hamamelis). La nuova formula lenitiva ed molliente di Chilly delicato lo rende adatto all’igiene quotidiana anche di pelli e mucose sensibili, compatibile con le parti intime, anche in presenza di irritazioni, e comunque quando è più forte il bisogno di un effetto lenitivo, senza però alterare il PH fisiologico.
Per questo è stato approvato dall’Associazione Ginecologi Consultoriali A.Gi.Co.
*Formulato per ridurre al minimo il rischio di allergie

INCI:
AQUA (solvente)
PEG-80 HYDROGENATED GLYCERIN PALMATE (detergente / emulsionante / solvente / tensioattivo)
I Polietilenglicoli (PEG) sono tutti sintetici ed hanno svariati effetti tossici. Non apportano effettiva idratazione, rivestono la pelle di una pellicola che non le permette lo scambio con l’aria. Diversi studi dimostrano che i PEG possono essere molto pericolosi: da semplici effetti irritanti sino al rischio di provocare tumori, visto che contengono tracce di ossido e diossido di etilene, sostanze certamente cancerogene.Senza contare che sono estremamente inquinanti perchè di derivazione petrolifera. (da: http://www.rischiochimico.it/drupal/glicole_polietilenico_PEG_cosmetici)
COCAMIDOPROPYL BETAINE (tensioattivo)
MAGNESIUM LAURETH SULFATE (Tensioattivo)
E’ un tensioattivo ricavato dall’ossido di etilene, irritante e, se usato a lungo in concentrazione elevata (come in questo caso, perchè si trova all’inizio) può provocare alterazioni che si evidenziano nel tempo anche a causa dell’effetto di accumulazione sulla epidermide. (da: http://varesebio.it/cosmetici-da-evitare/)
PEG-120 METHYL GLUCOSE DIOLEATE (emulsionante)
Ricordiamoci che è un PEG (vedi sopra), e meglio un PEG con accanto un numero basso che uno con un numero alto.
POLYSORBATE 20 (emulsionante / tensioattivo)
Il problema degli ingredienti (come questo) che hanno a che fare con l’ossido di etilene è che può essere contaminato da 1,4-dioxane, potenzialmente cancerogeno. Infatti 1,4-dioxane è un conosciuto cancerogeno animale che penetra nella pelle. Inoltre questo ingrediente può provocare allergie. (da: http://www.annmariegianni.com/ingredient-watch-list-polysorbate-20-it-may-be-contaminated-with-carcinogenic-14-dioxane)
DISODIUM LAURETH SULFOSUCCINATE (tensioattivo)
ALOE BARBADENSIS (emolliente)
HAMAMELIS VIRGINIANA (vegetale)
LACTIC ACID (agente tampone / umettante)
TRICLOSAN (conservante)
E’ stato registrato come pesticida, assegnandogli un alto indice di rischio per la salute umana e l’ambiente. La sua struttura molecolare e la formula chimica sono simili a quelle di una delle sostanze più tossiche esistenti: la diossina. Il triclosan appartiene ad una classe di sostanze chimiche sospettate di provocare il cancro. Esternamente può provocare irritazioni alla pelle. Internamente, può portare a sudori freddi, collasso circolatorio, convulsioni, coma e morte. Se accumulato nei grassi corporei fino a livelli tossici, danneggia il fegato e i polmoni, può causare paralisi, sterilità, soppressione delle funzioni immunitarie, emorragie al cervello, diminuzione della fertilità e funzioni sessuali, problemi cardiaci e coma. Usare il triclosan giornalmente dai prodotti per la casa fino a saponette per bambini e dentifrici, può essere quanto meno imprudente. (da: http://www.promiseland.it/)
PARFUM
BUTYLENE GLYCOL (umettante / solvente)
Ho letto che meno ce n’è e meglio è per tutti, perché in poche quantità (come lo è qui) può essere utile e fa il suo dovere, ma in grosse quantità è meglio evitarlo, ma perdonatemi, non ne conosco il motivo.
PENTYLENE GLYCOL (condizionante cutaneo / solvente)
Si usa al 5% come autopreservante per i cosmetici, per fare la furbata di scrivere senza conservanti. Inibisce la crescita batterica ma non ammazza. (da: http://lola.mondoweb.net/viewtopic.php?f=17&t=4442)
DISODIUM EDTA (sequestrante / viscosizzante)
E’ un forte inquinante: In pratica riesce a reinserire nel circolo naturale metalli pericolosi rendendoli di fatto presenti nelle acque marine ed intossicando quindi la fauna marittima.il mercurio presente nella fauna marittima, intossicherà chiunque deciderà di nutrirsi di pesce. (da: http://www.promiseland.it/2008/06/18/ingredienti-pericolosi-disodium-edta/)
PROPYLENE GLYCOL (umettante / solvente)
Lo possiamo trovare in molti prodotti per make-up,ed è usato persino nell’industria alimentare. In quest’ultimo caso le avvertenze per l’uso del prodotto sono quelle di evitare il contatto con la pelle perchè il PG porta conseguenze tipo anormalità al cervello, al fegato e reni. Non si trovano avvertenze invece su prodotti come deodoranti, dove la concentrazione è maggiore che in molte applicazioni industriali. (da: http://www.promiseland.it/2000/12/28/shampoo-e-saponi-cancerogeni/)
PHENOXYETHANOL (conservante)
METHYLPARABEN (conservante)
ETHYLPARABEN (conservante)
PROPYLPARABEN (conservante)
conservante che può creare reazioni allergiche inaspettate. (da: http://mybioreview.blogspot.it/2013/04/cose-linci-quali-ingredienti-evitare.html)
BUTYLPARABEN (conservante)
E’ dimostrati che ingredienti come questo hanno la capacità di interfierire con il sistema endocrino, ovvero con il sistema di ormoni e ricettori del nostro corpo, anche a dosi molto basse. (da: http://www.guidamamme.it/index.php/2012/02/butylparaben/)
METHYLCHLOROISOTHIAZOLINONE (Conservante)
METHYLISOTHIAZOLINONE (conservante)
“Salviamo” questi ultimi due conservanti dicendo che non sono tossici e/o inquinanti, però bisogna stare attenti perchè sono molto allergizzanti.

Insomma, ingredienti allergizzanti, irritanti, cancerogeni e addirittura pesticidi in un detergente intimo “delicato” e formulato “per ridurre al minimo il rischio di allergie”..nel mio intimo, col cavolo che c’è Chilly!

Annunci

2 pensieri su ““Smontiamo..” #2: Chilly detergente intimo delicato

    • Hai detto bene..inquietante! Anche io quando ho letto gli ingredienti ci sono rimasta malissimo..uno peggio dell’altro! e il Triclosan è davvero la ciliegina sulla torta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...