Ingredienti dannosi #1: Paraffinum Liquidum

Immagine
Il pallino rosso significa “ingrediente dannoso”

Tra gli ingredienti inseriti nei cosmetici che usiamo ci posso essere ingredienti non proprio vantaggiosi per la nostra pelle o per il nostro corpo. Oggi vi parlo dell’ingrediente noto come PARAFFINUM LIQUIDUM (o “Mineral oil” oppure “Petrolatum” o anche il suo derivato “Cera Microcristallina”) , ovvero: ebbene sì, paraffina. La stessa che si usa per rendere il legno impermeabile, per la produzione di candele, lubrificanti, per la patinatura della carta e persino per produrre gomme da masticare.

Ecco il primo ingrediente contenuto nel Bio oil..proprio "bio", si..
Ecco il primo ingrediente contenuto nel Bio oil..proprio “bio”, si..

Perchè allora troviamo questa miscela derivata dal petrolio nei cosmetici? L’effetto estetico è quello di una sensazione di pelle morbida e levigata, oppure di capelli lucenti: in realtà i capelli sono sempre più danneggiati, spenti e con doppie punte, così i capelli grassi si sporcano sempre più in fretta e i capelli secchi diventano sempre più opachi, perchè essa forma una vera e propria barriera tra l’epidermide e l’ambiente, un film lipidico che, ostruisce i pori e, la normale traspirazione della pelle risulta ostacolata, i germi presenti restano intrappolati, provocando irritazioni e favorendo la formazione di brufoli, punti neri, pori dilatati, grani di miglio e rughe. La paraffina è il principale ingrediente comedogenico, ossia causa di impurità e imperfezioni.

INCI del famosissimo Baby Lips
INCI del famosissimo Baby Lips

Scommetto che tutte avete in casa un burro cacao Labello.. qui (http://forum.saicosatispalmi.org/viewtopic.php?f=3&t=1811&hilit=labello) trovate l’INCI (l’indice degli ingredienti che compongono un prodotto cosmetico): nei prodotti per le labbra favorisce addirittura la comparsa di punti neri attorno alla bocca, oltre che a seccare le labbra..e non fa altro che provocare un inarrestabile effetto a catena: voi spalmate la crema per idratare, ottenete un effetto momentaneo (e fasullo) e intanto la vostra pelle/labbra/capelli peggiora e siete costrette a porre rimedio con lo stesso prodotto continuando ad avere lo stesso effetto finto di prima.

L’olio di cocco, di jojoba, di mandorle, alle germe di grano, di argàn, al karitè (puri e con spremitura a freddo) sono solo alcune tra le possibili alternative naturali e completamente ecologiche che realmente hanno una funzione riparatrice e benefica per viso, corpo e capelli, perché idratano, nutrono, leniscono e proteggono, senza agenti e tensioattivi chimici o sostanze aggressive e irritanti.

Burro labbra Nivea.. altro che punti neri!
Burro labbra Nivea.. altro che punti neri!

Ecco uno stralcio della DIRETTIVA EUROPEA 2009/117/CE DEL CONSIGLIOdel 25 giugno 2009 che modifica la direttiva 91/414/CEE con l’iscrizione dell’olio di paraffina n. CAS 8042-47-5 come sostanza attiva:
[…] (7) Tuttavia, alla luce delle informazioni di cui il Consiglio dispone, sembra che i motivi di preoccupazione siano legati alla mancanza di specificazioni e dovrebbero risol­versi una volta dimostrata la purezza della sostanza. In particolare, come affermato nel rapporto scientifico dell’EFSA, se si potesse dimostrare che gli oli di paraffina sono di elevata purezza (100 %), non dovrebbero essere sollevati motivi di preoccupazione di ordine tossicolo­gico. Per le paraffine, le specificazioni sono stabilite dalla Farmacopea europea.

Per finire, il regno della paraffina: l'olio Johnson!
Per finire, il regno della paraffina: l’olio Johnson!

È prevedibile che, nelle condizioni di uso proposte, i prodotti fitosanitari contenenti olio di paraffina n. CAS 8042-47-5 soddisfino in linea di mas­sima le prescrizioni di cui all’articolo 5, paragrafo 1, lettere a) e b), della direttiva 91/414/CEE, in particolare se soddisfano tali specificazioni tecniche. È quindi oppor­tuno iscrivere l’olio di paraffina nell’allegato I, a condi­zione che i notificanti presentino dati di conferma che comprovino la conformità della sostanza a tali specifica­zioni.
Insomma: è stata dichiarata CANCEROGENA dalla comunità europea, ma purtroppo se viene indicata come paraffina pura, può essere inserità nei cosmetici, la legge lo consente. Ecco perchè molte aziende cosmetiche famose, si nascondono dietro la dicitura “Paraffina pura”.
Questa non vuole essere una denuncia contro case cosmetiche o farmaceutiche, ma è un modo per informare e far conoscere. Impariamo a leggere l’Inci dei prodotti che utilizziamo. Abbiamo il diritto di scegliere che cosa mettere sul nostro corpo e cosa no.

Annunci

2 pensieri su “Ingredienti dannosi #1: Paraffinum Liquidum

  1. Fatevi meno paranoie… Mia nonna che ha 87 anni ha da sempre usato creme con il tanto orrendo paraffinum liquidum e vi posso assicurare che ha la pelle di una bambina tanto è liscia. La bioecocosmesi è una moda, fra l’altro da me sperimentata con disastrosi risultati (comparsa di psoriasi guttata su tutto il corpo) che ho curato, sotto consiglio del detmatologo, proprio con una crema a base di questo orribile mostro!!!!!
    E il peggio attacco di acne ce l’ho avuto quando usavo il fondotinta minerale….. Detto questo credo che internet vi abbia un po’ assai condizionato…. 10 anni fa non esisteva la bioeco e non c’erano donne o bambini sfregiati in giro… Open up your eyes please…

    • Ciao, vorrei risponderti innanzitutto facendo presentile che la “filosofia” dell’ecobio non nasce solo da una voglia di non mettere petrolati e siliconi sul proprio corpo, ma nasce (penso prima di tutto) dalla voglia di avere un impatto meno violento possibile sul nostro pianeta, quindi di usare prodotti possibilmente completamente biodegradabili per non inquinare più di quanto non facciamo già. Inoltre ti posso assicurare che internet non mi ha condizionato affatto, il mio blog è recente ma il mio passaggio all’ecobio risale ormai a diversi anni fa, prima che, come dici tu, diventasse una moda. Per la pelle di tua nonna: sono contenta che abbia una pelle liscia, per me dimostra una cosa, cioè che in effetti quei siliconi “funzionano bene”: esteriormente rendono la pelle davvero liscia, è di quello che non si vede che mi preoccupo (come ho scritto nel post specifico). Per i tuoi sfoghi non sono certo una dermatologa quindi non mi permetto di dire niente, solo che mi dispiace perché la mia pelle invece ha reagito bene al passaggio all’ecobio e ora non ho più acne aggressive come prima e anzi mi è molto migliorata, ci sono persone che invece hanno bisogno di più tempo e per i primi mesi hanno alcune reazioni date dal fatto che i siliconi non formano più quella patina liscia e la pelle può finalmente respirare facendosi vedere per quella che sotto i siliconi è sempre stata. E, per tornare al punto di partenza, direi a te di aprire gli occhi su quanto questi ingredienti non biodegradabili inquinino l’ambiente..solo perché non si vedono effetti a brevissimo termine non vuol dire che non ce ne siano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...