I “prodigi” di uno struccante Collistar

latte_multivitaminico_21065Proprio ieri, visitando il blog di una mia carissima amica (http://everydaycoffee23.blogspot.it/ ve lo consiglio vivamente, soprattutto se siete appassionati di moda,shopping e..Chanel!) ho letto il suo post sulla sua skin routine mattiniera. Tra le marche citate c’era Collistar. Collistar è una marca che immagino tantissime persone usino, perciò ho scelto il prodotto di questa ragazza per esaminarne l’INCI (in pratica la lista degli ingredienti che il tale prodotto contiene). Il prodotto si chiama Latte multivitaminico struccante, quindi un prodotto molto usato da noi donne. Vi riporto la lista degli ingredienti scritti con colori diversi, che indicano il grado di “eco-biologicità”, dal verde (ecobio) al rosso (nocivo). Ovviamente più il prodotto contiene ingredienti “rossi” più fa male alla nostra pelle o al nostro pianeta. Sotto ogni ingrediente “rosso” scriverò gli effetti che ha sulla pelle e/o sulla natura.

Ps. Vorrei sottolineare che gli ingredienti che sono messi in cima sono quelli presenti in maggior quantità.

(INCI tratto dal forum: http://forum.saicosatispalmi.org/index.php?sid=10dd68e8ff81889648353f36085724bb)
 AQUA
PROPYLENE GLYCOL
–  Lo possiamo trovare in molti prodotti per make-up,ed è usato persino nell’industria alimentare. In quest’ultimo caso le avvertenze per l’uso del prodotto sono quelle di evitare il contatto con la pelle perchè il PG porta conseguenze tipo anormalità al cervello, al fegato e reni. Non si trovano avvertenze invece su prodotti come deodoranti, dove la concentrazione è maggiore che in molte applicazioni industriali. (da: http://www.promiseland.it/2000/12/28/shampoo-e-saponi-cancerogeni/)
PARAFFINUM LIQUIDUM 
– è molto usata nel settore cosmetico dando la sensazione di levigatezza. Il film che si poggia sulla vostra pelle o le labbra altro non è che una pellicola che non consente alla pelle di respirare, ne velocizza l’invecchiamento, ostruendo i pori: voi spalmate la crema per idratare, ottenete un effetto momentaneo (e fasullo) e intanto la vostra pelle peggiora e siete costrette a porre rimedio con lo stesso prodotto.Nel caso di un burro di cacao fra le controindicazioni più facili da identificare c’è: la comparsa di punti neri intorno al contorno delle labbra e la frequenza di herpes labiali.da: http://www.beautyandthecity.it/2010/08/03/paraffinum-liquidum-cose-e-perche-evitarlo/)
ISOPROPYL MYRISTATE 
 CETEARYL ALCOHOL 
 STEARIC ACID 
CETEARETH-20 
– PUO’ essere di estrazione vegetale ma PUO’ benissimo essere sintetico ( da paraffine (petroli) o olefine con idroformilazione ). Inoltre, anche se fosse di origine vegetale (e comunque alle case cosmetiche costa molto meno riprodurlo sinteticamente) le pesanti trasformazioni a cui il prodotto è sottoposto fanno dimenticare da dove veniva. (da: http://lola.mondoweb.net/viewtopic.php?f=17&t=27166)
LANOLIN ALCOHOL 
– La sensibilizzazione alla lanolina è bassa nella pelle senza eczema,intermedia nelle aree di dermatite atopica, molto frequente nella sede di gravi lesioni (ad es.ulcere cutanee). (da: http://www.allergo.it/component/content/article/14-apteni/41-alcoli-lanolina-dermatite-allergica-da-contatto)
PEG-8  
– I Polietilenglicoli (PEG) sono tutti sintetici ed hanno svariati effetti tossici. Non apportano effettiva idratazione, rivestono la pelle di una pellicola che non le permette lo scambio con l’aria. Diversi studi dimostrano che i PEG possono essere molto pericolosi: da semplici effetti irritanti sino al rischio di provocare tumori.Senza contare che sono estremamente inquinanti perchè di derivazione petrolifera. (da: http://www.rischiochimico.it/drupal/glicole_polietilenico_PEG_cosmetici)
MIMOSA TENUIFLORA
BARK EXTRACT
 

 ALOE BARBADENSIS LEAF JUICE
 PARFUM (neutro)
HAMAMELIS VIRGINIANA WATER 
 ARNICA MONTANA FLOWER WATER 
 HELIANTHUS ANNUUS SEED OIL
 PANTHENOL
 
RETINYL ACETATE 
 RETINYL PALMITATE 
 NIACINAMIDE
 THIAMINE HCL 

 TOCOPHERYL ACETATE
 
BIOTIN
 BUTYLENE GLYCOL
– Ho letto che meno ce n’è e meglio è per tutti, perché in poche quantità (come lo è qui) può essere utile e fa il suo dovere, ma in grosse quantità è meglio evitarlo, ma perdonatemi, non ne conosco il motivo.
GLYCERYL STEARATE
 
GLYCERIN 
PEG-40 HYDROGENATED CASTOR OIL
– Ricordiamoci che è un PEG (vedi sopra): sono le moli di ossido di etilene attaccate al composto di base… ad esempio un PEG 40 Hydrogenated castor oil avrà 40 moli di ossido di etilene per ogni mole di olio di castoro idrogenato. Dato che (…) possono contenere residui come l’ossido di etilene, meglio un PEG con un numero basso che alto. (da: http://lola.mondoweb.net/viewtopic.php?f=17&t=3325)
TRIETHANOLAMINE
– ha bollino rosso perchè può liberare sostanze cancerogene (da: http://lola.mondoweb.net/viewtopic.php?f=17&t=2708). Inoltre può causare irritazione agli occhi e pelle secca desquamata. (da: http://mybioreview.blogspot.it/2013/04/cose-linci-quali-ingredienti-evitare.html)
DISODIUM EDTA
– E’ un forte inquinante: In pratica riesce a reinserire nel circolo naturale metalli pericolosi rendendoli di fatto presenti nelle acque marine ed intossicando quindi la fauna marittima.il mercurio presente nella fauna marittima, intossicherà chiunque deciderà di nutrirsi di pesce. (da: http://www.promiseland.it/2008/06/18/ingredienti-pericolosi-disodium-edta/)
METHYLPARABEN 
PROPYLPARABEN
– conservante che può creare reazioni allergiche inaspettate. (da: http://mybioreview.blogspot.it/2013/04/cose-linci-quali-ingredienti-evitare.html)
PHENOXYETHANOL 
 ETHYLPARABEN
 ALPHA-ISOMETHYL IONONE 
 BUTYLPHENYL METHYLPROPIONAL 
– ha la capacità di mimare il comportamento di alcuni ormoni generando una risposta nel corpo umano nel momento sbagliato o in maniera eccessiva oppure interferendo con i processi metabolici del corpo. (da: http://www.guidamamme.it/index.php/2012/03/butylphenyl-methylpropional-lilial/)
CITRONELLOL
HEXYL CINNAMAL 
 HYDROXYISOHEXYL 3-CYCLOHEXENE CARBOXALDEHYDE
– Data la sua intensa capacità sensibilizzante non è generalmente impiegata nei prodotti cosmetici destinati ad una pelle sensibile o studiata per applicazioni in zone cutanee più sensibili (detergenti intimi, prodotti cosmetici per bambini o prodotti cosmetici per contorno occhi). (da: http://www.my-personaltrainer.it/Cosmesi/Ingrediente/Hydroxyisohexyl_3_cyclohexene_Carboxaldehyde.html) E noi stiamo parlando di uno struccante per il viso. -.-‘
LINALOOL (Allergene del profumo)

Con questo voglio solo far capire quanto alcune marche riescano a creare “dipendenza dai loro prodotti”, e questo stesso prodotto lo dimostra: dovrebbe essere uno struccante per pelli sensibili, e gli ingredienti che lo compongono sono aggressivi, comedogenici e sensibilizzanti.. peggiorano la pelle e il consumatore è costretto a riusare il prodotto che promette di migliorarla, ma che però non fa altro che peggiorarla facendo sembrare la pelle più liscia, ma creando in realtà una patina di petrolio che non la fa respirare.

Just think about it.

Annunci

2 pensieri su “I “prodigi” di uno struccante Collistar

  1. Insomma… piglia bene ._. Grazie Stefy per aver condiviso queste importantissime informazioni: con collistar mi sono sempre trovata bene, ma adesso vedrò questo marchio sotto una luce totalmente differente. Grazie anche per aver consigliato il nostro blog :3
    ti mando un grosso bacio :*

    • Grazie a te innanzitutto per aver creato un blog così interessante e da cui ormai sono dipendente (XD), e poi per aver letto questo articolo e per averci prestato attenzione..in tante si trovano bene con marche del genere, perchè come ho scritto, gli effetti “apparenti” sono evidenti, e proprio perchè in tanti si fidano di queste marche voglio cercare di diffondere sempre di più la “cultura degli “INCI” che non significa “sapere a memoria tutti gli ingredienti e saperli distinguere”, ma semplicemente “informarsi prima di comprare un prodotto”. Grazie ancora e un grossissimo bacio anche a te! 🙂 ps. sul forum che ho segnalato all’inizio (SaiCosaTiSpalmi) puoi trovare un database pieno di prodotti di cui sono riportate tutte le liste di ingredienti, e puoi vedere cosa è “salutare” e cosa no 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...